Angolo di cielo

registrato su http://www.siticattolici.it/ e su http://www.noicattolici.it/







Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Accedi alla Versione Mobile



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 33 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Notizie dal mondo cattolico
MessaggioInviato: sabato 15 novembre 2008, 1:17 
Non connesso
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Avatar utente

Iscritto: venerdì 3 ottobre 2008, 19:35
Messaggi: 2092
Località: Sicilia
Sito web: Visita
Inorridisco quando leggo o ascolto dalla televisione fatti di questo genere, ma la cosa che mi fa salire il sangue alla testa è quando massacrano bambini e stuprano le donne... è molto facile farlo... sia i bambini che le donne cosa possono fare contro la brutalità dell'uomo.

_________________
Dio è grande e misericordioso
Angolo di cielo, link ufficiale: http://angolodicielo.altervista.org


Top
 Profilo  
Condividi su Google+Condividi su TwitterCondividi su FacebookCondividi su FriendFeedCondividi su SonicoCondividi su DiggCondividi su RedditCondividi su DeliciousCondividi su TumblrCondividi su MySpace  Segnala argomento
 

 Oggetto del messaggio: Notizie dal mondo cattolico
MessaggioInviato: sabato 15 novembre 2008, 12:27 
Non connesso
Veterano del Forum
Veterano del Forum

Iscritto: venerdì 3 ottobre 2008, 19:35
Messaggi: 1982
è terribile quello che sta succedendo in Congo... Il documento che hai presentato qui è interessante; è interessante sapere che da ualche parte nel mondo (in questo caso in Congo) ci sia ancora qualcuno che ha a cuore la Pace.... Grazie per renderci partecipi ogni volta di cosa sta succedendo ai nostri fratelli congolesi...


Top
 Profilo  
Condividi su Google+Condividi su TwitterCondividi su FacebookCondividi su FriendFeedCondividi su SonicoCondividi su DiggCondividi su RedditCondividi su DeliciousCondividi su TumblrCondividi su MySpace  Segnala argomento
 

 Oggetto del messaggio: Notizie dal mondo cattolico
MessaggioInviato: martedì 18 novembre 2008, 9:49 
Non connesso
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Avatar utente

Iscritto: venerdì 3 ottobre 2008, 23:49
Messaggi: 2416
Sito web: Visita
Il Papa: alimentate la pace nella carità e nel dialogo rispettoso

Nel messaggio al Meeting interreligioso di Cipro organizzato da Sant'Egidio

CITTA' DEL VATICANO, Lunedì, 17 novembre 2008 (ZENIT.org).- Alimentare l'impegno per la pace attraverso “quotidiani gesti di carità e di amicizia fraterna” e un dialogo rispettoso delle diversità: è quanto si legge nel messaggio di saluto, a firma del Cardinale Segretario di Stato, Tarcisio Bertone, che Benedetto XVI ha inviato al Meeting interreligioso inaugurato questa Domenica a Cipro.
L'incontro, promosso dalla Comunità di Sant'Egidio e dalla Chiesa Ortodossa di Cipro, vede riuniti per tre giorni nel cuore del Mediterraneo duecento personalità religiose e politiche da oltre 60 Paesi.

L'evento, che quest'anno ha per titolo “La civiltà della pace: fedi e culture in dialogo”, si svolge a ventidue anni dalla storica Giornata mondiale di preghiera per la pace, convocata ad Assisi da Giovanni Paolo Il.

“In quella memorabile circostanza – ha ricordato Benedetto XVI – l'amato Pontefice esortò i presenti e il mondo intero a vivere la preziosa sosta accanto a san Francesco, come momento di ascolto reciproco, occasione per 'diradare le nebbie del sospetto e dell'incomprensionè e per chiedere a Dio Padre il prezioso dono della pace”.

L'incontro, ha poi aggiunto il Pontefice, rappresenta si “una forte esperienza di comunione”, ma anche “un momento di vera, reale e reciproca conoscenza delle differenze, delle singolarità e degli elementi che ci accomunano”.

“Solo attraverso la via del dialogo e dello sforzo sincero – ha sottolineato – è possibile integrarsi in questo 'multiforme e poliedrico cosmo linguistico', all'interno del prezioso scrigno che è la Creazione, affidata alla responsabilità e al bene di tutti”.

La pace "è insieme un dono e un compito", ha continuato, che non va solo accolto “ma anche custodito, fatto crescere e maturare perché i rigogliosi frutti che possono scaturire da questa feconda pianta dipendono anche dalla nostra personale responsabilità e dal nostro instancabile impegno”.

Il Papa ha quindi invitato i partecipanti “a tenere alta la fiaccola della pace, alimentata da quotidiani gesti di carità e di amicizia fraterna”.

_________________
Dio è Amore!


Angolo di cielo, link ufficiale: http://angolodicielo.altervista.org


Top
 Profilo  
Condividi su Google+Condividi su TwitterCondividi su FacebookCondividi su FriendFeedCondividi su SonicoCondividi su DiggCondividi su RedditCondividi su DeliciousCondividi su TumblrCondividi su MySpace  Segnala argomento
 

 Oggetto del messaggio: Notizie dal mondo cattolico
MessaggioInviato: venerdì 21 novembre 2008, 7:49 
Non connesso
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Avatar utente

Iscritto: venerdì 3 ottobre 2008, 23:49
Messaggi: 2416
Sito web: Visita
Notizia di ieri
GIORNATA MONDIALE DEL FANCIULLO (2): UN APPELLO E LA TRISTE "LEGGENDA" DI BARAKA

Giustizia e Diritti umani, Brief


Un appello affinché sia adottata al più presto una legge per la protezione dell’infanzia è stato espresso oggi, in occasione della Giornata mondiale dei diritti dell’Infanzia, da una rappresentanza di minori a nome dei loro coetanei congolesi; il gruppo, riferisce Radio Okapi, si è rivolto al rappresentante dell’Onu a Kinshasa, al quale ha consegnato una nota. In essa si sottolinea che da giugno è in discussione nell’Assemblea nazionale un disegno di legge per la tutela dei diritti dell’infanzia; “abbiamo l’impressione che la protezione dei bambini non sia una priorità” ha detto il portavoce del gruppo, criticando la lentezza dell’iter parlamentare per un tema che ritengono urgente. “Noi, i bambini del Congo – si legge nella nota – chiediamo ai due rami del parlamento di armonizzare le loro vedute e adottare la legge in questa sessione, affinché i meccanismi di protezione sociale e legale previsti dalla nuova normativa possano migliorare le condizioni di vita dei bambini nella Repubblica democratica del Congo”. Per la Giornata mondiale dell’infanzia, emblematica è la situazione dei bambini nel conflitto in Nord Kivu, dove i minori sono tra i più esposti alla violenza e ne sono anche direttamente coinvolti come combattenti, incluso Baraka, 12 anni, di cui si è occupata oggi l'emittente Onu Radio Okapi. Figlio di un combattente ‘Mayi-mayi’ del campo di Vurondo, da quando è diventato orfano nel 2000, Baraka ha ricevuto dai compagni del padre il nomignolo di “generale” mentre imparava a maneggiare armi e si diffondeva la leggenda che era capace di prevedere il futuro e trasformare le pietre in bombe, una sorta di 'bambino stregone'; secondo i racconti locali, avrebbe guidato gruppi alla conquista di più villaggi sulla via che collega Butembo a Manguerjipa e alla richiesta del governo di consegnare le armi e smobilitare il suo gruppo di armati avrebbe più volte detto no. “Alcuni combattenti che sono riusciti a fuggire dal campo di Vurondo – riferisce l’emittente – affermano che Baraka si droga regolarmente e non ascolta nessuno, eccetto i compagni che lo assecondano”. Sulla presenza di bambini soldato in Nord Kivu, le organizzazioni non governative congolesi hanno denunciato che, con la ripresa dei combattimenti, il gruppo ribelle Congresso nazionale del popolo (Cndp) del generale dissidente Laurent Nkunda ha intensificato gli arruolamenti forzati di minori.
Immagine
Campo profughi

Immagine
Bambini di un campo profughi vicino a Goma.

_________________
Dio è Amore!


Angolo di cielo, link ufficiale: http://angolodicielo.altervista.org


Top
 Profilo  
Condividi su Google+Condividi su TwitterCondividi su FacebookCondividi su FriendFeedCondividi su SonicoCondividi su DiggCondividi su RedditCondividi su DeliciousCondividi su TumblrCondividi su MySpace  Segnala argomento
 

 Oggetto del messaggio: Notizie dal mondo cattolico
MessaggioInviato: domenica 14 dicembre 2008, 9:34 
Non connesso
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Avatar utente

Iscritto: venerdì 3 ottobre 2008, 23:49
Messaggi: 2416
Sito web: Visita
Il Papa: nei simboli dell'albero di Natale, il mistero della Notte Santa

Udienza del Papa ai pellegrini austriaci che hanno donato l'abete in Piazza San Pietro

CITTA' DEL VATICANO, Venerdì, 12 dicembre 2008 (ZENIT.org).
-
Benedetto XVI ha ricevuto questo Venerdì in udienza i circa 800 partecipanti al pellegrinaggio dalla Bassa Austria giunti a Roma per portare in dono l’albero di Natale che, insieme al presepe, adorna Piazza San Pietro.
L'abete di quest'anno ha 120 anni d'età, è alto oltre trenta metri e viene dalla zona di Gutenstein, nella valle di Piesting. In questi giorni è stato ornando con duemila sfere colorate e un nuovo sistema di luci composto da 1.500 led luminosi.

Insieme al grande abete sono giunti una quarantina di esemplari più piccoli – tra cui due piante alte 18 metri – che saranno destinati a diverse zone e ambienti della Città del Vaticano, fra cui lo studio papale.

Presenti all'udienza anche i giovani cantori di Altenburg e i suonatori di Ziersdorf, che con la loro esecuzione musicale hanno contribuito al clima festoso dell'incontro.

“Grazie di cuore! Dove c’è l’Austria, c’è musica: lo possiamo sperimentare anche oggi in modo meraviglioso”, ha detto il Papa ringraziandoli.

Richiamando l'anima profondamente cristiana dell'Austria, Benedetto XVI li ha quindi invitati a “fare in modo che anche in futuro questa testimonianza per Cristo rimanga viva per dare agli uomini sostegno e orientamento nella loro vita o [...] una ringhiera a cui appoggiarci per andare avanti”.

Riflettendo sul significato dell’albero di Natale, il Papa ha detto che “la forma svettante, il suo verde e le luci sui suoi rami sono simboli di vita”, che “rimandano al mistero della Notte Santa”.

“Cristo, il Figlio di Dio porta, nel mondo buio, freddo e non redento nel quale viene a nascere, una nuova speranza ed un nuovo splendore.”, ha aggiunto.

“Se l’uomo si lascia toccare ed illuminare dallo splendore della verità vivente che è Cristo – ha proseguito – , sperimenterà una pace interiore nel suo cuore e diventerà egli stesso operatore di pace in una società che ha tanta nostalgia di riconciliazione e di redenzione”.

L'inaugurazione dell'albero di Natale avverrà sabato, 13 dicembre, in Piazza San Pietro alla presenza del Presidente e del Segretario generale del Governatorato, rispettivamente il Cardinale Giovanni Lajolo e il Vescovo Renato Boccardo, Alla cerimonia parteciperà anche il gruppo di pellegrini austriaci guidati dal Governatore della Bassa Austria, il dr. Erwin Pröll, dall’Ambasciatore austriaco presso la Santa Sede, il dr. Martin Bolldof e dal Vescovo di Sankt Pölten, monsignor Klaus Küng.

Ad accendere l’albero di Piazza San Pietro sarà un bambino del coro di Altenburg. L'albero di Natale verrà in seguito riciclato per realizzare prodotti semilavorati da destinare a laboratori scolastici in cui gli stessi bambini provvederanno alla loro rifinitura

_________________
Dio è Amore!


Angolo di cielo, link ufficiale: http://angolodicielo.altervista.org


Top
 Profilo  
Condividi su Google+Condividi su TwitterCondividi su FacebookCondividi su FriendFeedCondividi su SonicoCondividi su DiggCondividi su RedditCondividi su DeliciousCondividi su TumblrCondividi su MySpace  Segnala argomento
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 33 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  

cron






Aggiungi http://angolodicielo.altervista.org ai Preferiti!

Blue Glow 2 designed by ChaosBurnt
Powered by phpBB ® Forum Software phpBB 3.0.12 © phpBB Group
phpBB SEO
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010
Modificato e aggiornato da Angolo di cielo • 2013

Accedi alla Versione Mobile
Pagina generata in: 0.057 secondi