Angolo di cielo

registrato su http://www.siticattolici.it/ e su http://www.noicattolici.it/







Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Accedi alla Versione Mobile

Regole del forum


Primo: Nessuno deve dire alcunché contro Dio.
Secondo: Si può criticare la Chiesa, se non conforme a Cristo, ma non la Scrittura che è Cristo.
Terzo: Non si offendono gli utenti del Forum.
Quarto: Ognuno è libero di esprimere le proprie idee nel rispetto degli altri.
Quinto: Tenere presente che per alcune persone Dio non è un optional.
Sesto: L'Amministratore agisce con autorevolezza.
Settimo: "Non condivido le tue idee, ma morirei perché tu le possa esprimere".
Ottavo: Non si fanno questioni personali, per le diverse idee espresse.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Le Ferite della Vita
MessaggioInviato: martedì 19 maggio 2009, 17:46 
Non connesso
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Avatar utente

Iscritto: venerdì 3 ottobre 2008, 20:22
Messaggi: 1667
Località: Cavour
Sito web: Visita
Alcuni anni fa, in una calda giornata nel sud della Florida, un ragazzetto decise di andare a fare il bagno nello stagno dietro casa. Nella fretta di godersi una nuotata rinfrescante, il ragazzo si tuffò in acqua senza rendersi conto che mentre nuotava verso il centro dello stagno, un alligatore stava nuotando verso di lui.

La mamma, guardando dalla finestra, si accorse del pericolo. Corse verso il pontile che entrava nello stagno, gridando al figlio di tornare indietro. Il ragazzo, realizzando il pericolo, nuotò a bracciate vigorose verso la madre. Ma era troppo tardi. Quando il ragazzo raggiunge il pontile, l'alligatore raggiunse il ragazzo.

Dal pontile, la madre afferrò le braccia del figlio nello stesso momento in cui l'alligatore addentò le gambe del ragazzo. Cominciò una incredibile lotta tra i due. L'alligatore era più forte della madre, ma la madre amava troppo il figlio per volerlo perdere.

Un agricoltore stava passando nelle vicinanze con il suo furgoncino e udì le grida. Corse immediatamente sul posto, prese il fucile che aveva con sè - lavorando, era comune imbattersi in alligatori o serpi - prese la mira e uccise la bestia. Miracolosamente, dopo settimane e settimane in ospedale, il ragazzo sopravvisse. Le sue gambe erano orribilmente deformate dal terribile attacco dell'animale. E, sulle sue braccia, c'erano le profonde cicatrici dove le unghie della madre si erano piantate nella sua carne nel tentativo di salvare il figlio che amava.

Il giornalista che intervistò il ragazzo all'ospedale dopo che fu dichiarato fuori pericolo, gli chiese se voleva mostrargli le cicatrici. Il ragazzo tirò sù i pantaloni del pigiama. Poi, con grande orgoglio, disse al giornalista: "Ma guarda le mie braccia. Ho delle profonde cicatrici anche nelle braccia. Ce le ho perché mia mamma non mi ha lasciato andare!"

Io e te siamo come quel ragazzo. Anche noi abbiamo le nostre cicatrici. Causate non dagli alligatori, ma dalla vita. Sono cicatrici di memorie dolorose. Alcune ferite sono evidenti, altre sono nascoste dentro - ma altrettanto dolorose. Alcune cicatrici ce le hanno fatte gli altri, alcune ce le siamo procurate da soli. Ma ce ne sono altre, amico mio, che sono li perché Dio non ci ha lasciato andare, non ci ha mollato.

_________________
Angolo di cielo, link ufficiale: http://angolodicielo.altervista.org


Top
 Profilo  
Condividi su Google+Condividi su TwitterCondividi su FacebookCondividi su FriendFeedCondividi su SonicoCondividi su DiggCondividi su RedditCondividi su DeliciousCondividi su TumblrCondividi su MySpace  Segnala argomento
 

 Oggetto del messaggio: Le Ferite della Vita
MessaggioInviato: martedì 19 maggio 2009, 19:29 
Non connesso
Veterano del Forum
Veterano del Forum

Iscritto: venerdì 3 ottobre 2008, 19:35
Messaggi: 1982
grazie Miriam... sento molto vicino a me questo testo...
Anche io porto molte cicatrici: sia all'esterno, sia all'interno di me...
Ringrazio il Signore per non aver permesso che quel giorno, di 33 anni fa, accadesse l'irreparabile... Lui mi ha tenuto stretto a Sé, ha voluto che portassi la mia sofferenza, non facendone un segno di debolezza, ma un segno che oramai mi aveva fortificato...


Top
 Profilo  
Condividi su Google+Condividi su TwitterCondividi su FacebookCondividi su FriendFeedCondividi su SonicoCondividi su DiggCondividi su RedditCondividi su DeliciousCondividi su TumblrCondividi su MySpace  Segnala argomento
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  

cron






Aggiungi http://angolodicielo.altervista.org ai Preferiti!

Blue Glow 2 designed by ChaosBurnt
Powered by phpBB ® Forum Software phpBB 3.0.12 © phpBB Group
phpBB SEO
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010
Modificato e aggiornato da Angolo di cielo • 2013

Accedi alla Versione Mobile
Pagina generata in: 0.048 secondi