Angolo di cielo

registrato su http://www.siticattolici.it/ e su http://www.noicattolici.it/







Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Accedi alla Versione Mobile

Regole del forum


Primo: Nessuno deve dire alcunché contro Dio.
Secondo: Si può criticare la Chiesa, se non conforme a Cristo, ma non la Scrittura che è Cristo.
Terzo: Non si offendono gli utenti del Forum.
Quarto: Ognuno è libero di esprimere le proprie idee nel rispetto degli altri.
Quinto: Tenere presente che per alcune persone Dio non è un optional.
Sesto: L'Amministratore agisce con autorevolezza.
Settimo: "Non condivido le tue idee, ma morirei perché tu le possa esprimere".
Ottavo: Non si fanno questioni personali, per le diverse idee espresse.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 117 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 24  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Missione e gemellaggio
MessaggioInviato: lunedì 20 ottobre 2008, 0:46 
Non connesso
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Avatar utente

Iscritto: venerdì 3 ottobre 2008, 23:49
Messaggi: 2416
Sito web: Visita
Il gemellaggio ventennale tra Noto e Butembo-Beni è “manifestazione dell'universalità della Chiesa, di amicizia e solidarietà”. Un'esperienza che monsignor Sikuli Paluku Melchisedech, vescovo di Butembo-Beni definisce “dono di grazia”.

A Butembo-Beni cento anni fa iniziava la prima evangelizzazione e venti anni fa il gemellaggio con la Chiesa di Noto. Quali frutti si raccolgono oggi ? “La coincidenza di questi due eventi per me provvidenziale, ha portato frutti visibili: innanzitutto la vitalità che caratterizza oggi la nostra chiesa, segno che la buona notizia del Vangelo si è propagata tra la gente. Incontrando i fedeli in occasione della mia recente visita pastorale ho potuto constatare che tutti gli abitanti della diocesi hanno recepito il senso delle numerose Opere di assistenza ai poveri e ai più deboli. Ad oggi abbiamo 36 parrocchie su una superficie di 45mila chilometri quadrati, ma tante comunità aspettano di avere sacerdoti per continuare ad evangelizzare. Proprio per rispondere a questa attesa abbiamo pensato di costituire otto nuove parrocchie, di cui sei entro la fine di quest'anno, grazie anche alla grazia dell'ordinazione dei giorni scorsi di 12 sacerdoti”.

In particolare, quale incidenza ha avuto e continua ad avere il gemellaggio sul territorio diocesano? “Attraverso il gemellaggio la nostra gente è stata testimone di una comunione tra fedeli non solo vissuta in lontananza ma sperimentata in modo concreto attraverso le visite e la condivisione delle esperienze. Ebbene, questa comunione, a livello pastorale, ha contribuito a una evangelizzazione integrale dell'uomo, non solo nella sua dimensione spirituale. Grazie al gemellaggio poi, i fedeli di Butembo-Beni hanno capito che la Chiesa è davvero universale. In questi venti fratelli e le anni, infatti, i sorelle di Noto sono venuti a visitarci sempre, nonostante la distanza e la guerra che negli ultimi dieci anni ha reso insicura la regione. Una espressione, questa, non soltanto di fede e di speranza, ma anche il segno di una grande amicizia e un messaggio di pace che ha inciso sul territorio a livello politico. Anche dal punto di vista sociale il Gemellaggio ha avuto una forte incidenza. Basti pensare alle numerose opere in tutte le parrocchie gemellate, all'università, al Centro nutrizionale "Giorgio Cerruto '' alla pediatria e al reparto di ginecologia ''Grazia Minicuccio'' in costruzione. Senza dimenticare le adozioni dei fanciulli orfani e il contributo per le scuole”.

Quali insegnamenti reciproci sono maturati in questi venti anni di gemellaggio tra le due Chiese? “Fermo restando che l'insegnamento più grande che viene dal gemellaggio riguarda il carattere universale della Chiesa, c'è un altro aspetto che nel tempo ha inciso nella formazione cristiana della nostra comunità: la lezione dell'amore di una Chiesa e di un popolo lontano che come un gemello ha sentito sulla sua pelle le gioie e le sofferenza di un altro popolo. Dall'altra parte, credo che i fratelli della diocesi di Noto in questi anni siano stati colpiti positivamente dalla nostra gioia che non dipende dall'avere, ma da un cuore aperto capace di amare e di riconoscere il bene che si fa e di ringraziare per questo. Una gioia che la nostra gente manifesta attraverso l'accoglienza generosa degli ospiti, senza mostrare mai che forse qualcuno tra la folla rientrando a casa non ha neppure da mangiare”.

Laura Malandrino (da Avvenire del 03/02/08)

_________________
Dio è Amore!


Angolo di cielo, link ufficiale: http://angolodicielo.altervista.org


Top
 Profilo  
Condividi su Google+Condividi su TwitterCondividi su FacebookCondividi su FriendFeedCondividi su SonicoCondividi su DiggCondividi su RedditCondividi su DeliciousCondividi su TumblrCondividi su MySpace  Segnala argomento
 

 Oggetto del messaggio: Missione e gemellaggio
MessaggioInviato: lunedì 20 ottobre 2008, 10:07 
Non connesso
Veterano del Forum
Veterano del Forum

Iscritto: venerdì 3 ottobre 2008, 19:35
Messaggi: 1982
Che bello leggere queste notizie... In particolare mi hanno colpito molto le parole scritte nella lettera del vescovo di Butembo-Beni... Che bello sapere che traggono beneficio da quello che noi facciamo per loro...


Top
 Profilo  
Condividi su Google+Condividi su TwitterCondividi su FacebookCondividi su FriendFeedCondividi su SonicoCondividi su DiggCondividi su RedditCondividi su DeliciousCondividi su TumblrCondividi su MySpace  Segnala argomento
 

 Oggetto del messaggio: Missione e gemellaggio
MessaggioInviato: lunedì 20 ottobre 2008, 14:07 
Non connesso
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Avatar utente

Iscritto: venerdì 3 ottobre 2008, 23:49
Messaggi: 2416
Sito web: Visita
Immagine

Qui io e Donatella al centro nutrizionale per bambini denutriti, uno dei progetti che abbiamo realizzato nel corso degli anni. Come vedete la scritta "KARIBU" alle mie spalle vuol dire "BENVENUTO". È un centro meraviglioso, dove bambini ormai in fin di vita per la fame vengono accolti insieme alle loro mamme. Ogni giorno si insegna alle mamme il metodo per nutrire le loro creature; si inzia con il contagocce e poi man mano si aumenta la dose. In un mese riescono ad aumentare di etti, ma è meraviglioso vederli mano mano prendere vita.
P.S. vi sembreranno paffutelli, ma non è così, un segno della denutrizione è il gonfiore degli occhi e della pancia, oltre alle macchie bianche sulla pelle e le tigne nei capelli.
Questi che vedete sono ad uno stadio di guarigione avanzato.

_________________
Dio è Amore!


Angolo di cielo, link ufficiale: http://angolodicielo.altervista.org


Top
 Profilo  
Condividi su Google+Condividi su TwitterCondividi su FacebookCondividi su FriendFeedCondividi su SonicoCondividi su DiggCondividi su RedditCondividi su DeliciousCondividi su TumblrCondividi su MySpace  Segnala argomento
 

 Oggetto del messaggio: Missione e gemellaggio
MessaggioInviato: lunedì 20 ottobre 2008, 14:19 
Non connesso
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Avatar utente

Iscritto: venerdì 3 ottobre 2008, 23:49
Messaggi: 2416
Sito web: Visita
Tipica abitazione dei villaggi che ho visitato. Le loro case son fatte di fango, dentro terriccio. Dormono quando sono fortunati sopra a delle stuoie sporche maleodoranti e in genere ha la precedenza il papà, poi tutti gli altri, se sono in tanti dormono anche fuori coperti di stracci, alcuni bimbi hanno il buchino nei pantaloni, così non sprecano tempo per fare la "pipì" e si trovano già pronti, alcuni di loro non tolgono mai i vestiti, non hanno il ricambio... altri, i più fortunati, lo cambiano solo la Domenica e poi lo conservano gelosamente avvolto in un grande fazzoletto con dei nodi, poi lo rimettono la settimana successiva: per la s.Messa devono essere elegantissimi [k-ahah]

_________________
Dio è Amore!


Angolo di cielo, link ufficiale: http://angolodicielo.altervista.org


Top
 Profilo  
Condividi su Google+Condividi su TwitterCondividi su FacebookCondividi su FriendFeedCondividi su SonicoCondividi su DiggCondividi su RedditCondividi su DeliciousCondividi su TumblrCondividi su MySpace  Segnala argomento
 

 Oggetto del messaggio: Missione e gemellaggio
MessaggioInviato: lunedì 20 ottobre 2008, 15:16 
Non connesso
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Avatar utente

Iscritto: venerdì 3 ottobre 2008, 19:35
Messaggi: 2092
Località: Sicilia
Sito web: Visita
Mary ha scritto:
"Un sogno finalmente diventato realtà», così hanno esclamato alcuni miei fratelli di Man­guredjipa all'arrivo del no­stro gruppo del SS. Croci­fisso in Rosolini. Quanto grande è stata la gioia e la gratitudine di tutti i parrocchiani di Man­guredjipa,

Mary ha scritto:
Roberto Masinda,

Non potete immaginare come leggendo questo articolo mi batti forte il cuore.
Don Roberto è amato da tutta la parrocchia, fa parte integrante e contribuisce in maniera attiva a tutte le attività.
Grazie don Roberto [k-smack]

_________________
Dio è grande e misericordioso
Angolo di cielo, link ufficiale: http://angolodicielo.altervista.org


Top
 Profilo  
Condividi su Google+Condividi su TwitterCondividi su FacebookCondividi su FriendFeedCondividi su SonicoCondividi su DiggCondividi su RedditCondividi su DeliciousCondividi su TumblrCondividi su MySpace  Segnala argomento
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 117 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 24  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  

cron






Aggiungi http://angolodicielo.altervista.org ai Preferiti!

Blue Glow 2 designed by ChaosBurnt
Powered by phpBB ® Forum Software phpBB 3.0.12 © phpBB Group
phpBB SEO
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010
Modificato e aggiornato da Angolo di cielo • 2013

Accedi alla Versione Mobile
Pagina generata in: 0.030 secondi