Angolo di cielo

registrato su http://www.siticattolici.it/ e su http://www.noicattolici.it/







Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Accedi alla Versione Mobile

Regole del forum


Primo: Nessuno deve dire alcunché contro Dio.
Secondo: Si può criticare la Chiesa, se non conforme a Cristo, ma non la Scrittura che è Cristo.
Terzo: Non si offendono gli utenti del Forum.
Quarto: Ognuno è libero di esprimere le proprie idee nel rispetto degli altri.
Quinto: Tenere presente che per alcune persone Dio non è un optional.
Sesto: L'Amministratore agisce con autorevolezza.
Settimo: "Non condivido le tue idee, ma morirei perché tu le possa esprimere".
Ottavo: Non si fanno questioni personali, per le diverse idee espresse.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Mio Signore e mio Dio
MessaggioInviato: domenica 11 novembre 2012, 11:25 
Non connesso
Bebè del Forum
Bebè del Forum

Iscritto: domenica 11 novembre 2012, 10:31
Messaggi: 4
"Mio Signore e mio Dio" dice san Tommaso, ma soltanto dopo aver messo il dito nelle piaghe dei chiodi nelle mani e nei piedi di Gesù. È incredulo prima. Usa la ragione e ragiona con categorie umane.
È soltanto dopo aver visto l'impossibile, dopo averlo toccato, dopo aver soffocato la razionalità può esclamare "Mio Signore e mio Dio".
Gli uomini del terzo millennio, orgogliosi e convinti di possedere la conoscenza delle leggi della natura, di avere la signoria assoluta su tutte le cose, come possono avere lo stesso coraggio di san Tommaso e riconoscere la finitezza della propria ragione dinanzi alla infinita dolcezza dell'amore di Gesù che risponde "Sii credente, beati quelli che non hanno visto e crederanno".
Rendere attuale tutto ciò deve essere possibile, in qualche modo, anche all'uomo frastornato dalla cultura dell'immagine e del "pensiero debole. Ma come?


Top
 Profilo  
Condividi su Google+Condividi su TwitterCondividi su FacebookCondividi su FriendFeedCondividi su SonicoCondividi su DiggCondividi su RedditCondividi su DeliciousCondividi su TumblrCondividi su MySpace  Segnala argomento
 

 Oggetto del messaggio: Mio Signore e mio Dio
MessaggioInviato: domenica 11 novembre 2012, 19:33 
Non connesso
Moderatore
Moderatore
Avatar utente

Iscritto: lunedì 6 ottobre 2008, 15:59
Messaggi: 4149
Sito web: Visita
Io non credo che si debba rendere attuale, ciò che è eterno. Il sacrificio di Cristo, ha un valore eterno; anche se nella Storia, il sangue, può avere un valore diverso (e talvolta anche una differenza a livello geografico), sempre si apprezza chi dà la vita per amore; chi versa il proprio sangue per amore. Alla fine la Fede è un dono. Non è un qualcosa a cui fare "pubblicità"; un dono che può essere chiesto. E un dono che può essere dato. Parli degli uomini del 21° secolo orgogliosi e convinti... di tutto. È vero. Ma quando si trovano davanti alla morte, a malattie incurabili, a situazioni irrisolvibili, la maggioranza di questi, diventa più mite di un gregge di agnellini... fino a confessare peccati che non esistono, pur di non rischiare. Anche giovani, che si trovano davanti alla morte "prima del tempo". Il problema, è che non a tutti, viene concessa questa possibilità (la morte annunciata); e talvolta, si passa dall'altra parte... "a sorpresa". Lì, se non si è in buoni rapporti con Cristo, le cose possono diventare molto pesanti, ed anche... drammatiche. Chi crede, deve pregare per chi non crede, e testimoniare la Fede, nella propria vita. Stop. Non può scervellarsi a creare... chissà quali.. "campagne pubblicitarie" alla Fede. La Fede, parte dall'Amore. Altrimenti, a Dio basterebbe fare qualche miracolo strategico, per fare credere tutti. Invece, Cristo è morto per noi. Ci è stato fatto un atto di Amore. Come l'uomo risponde a questo atto di Amore? La risposta ognuno la deve trovare dentro sé, nel profondo. Ma non sarà con una "campagna pubblicitaria", avente lo slogan: "rispondi a questo atto di amore", a far cambiare le cose. Quando ci troviamo con le spalle al muro, quando non c'è più speranza... è allora che possiamo trovare e ritrovare Dio. Serve solo una piccola grande cosa: l'umiltà.


Chiarito questo, poi... se si allude al linguaggio, mi pare che tutto si evolva e sia dinamicamente in movimento; basti pensare alla Liturgia... si può fare di più? Forse. Ma meglio fare di meno e Bene, che fare di più e male. La Chiesa, deve accelerare un pochino, ma sempre nell'ambito di quella saggia politica di prudenza e piedi di piombo. Non è da tutti, esitere da oltre 2000 anni; evidentemente la politica dei piedi di piombo, la sua validità, ce l'ha. Certo, per la Presenza di Cristo e dello Spirito Santo, prima di tutto. Ma in seconda battuta, anche per saggezza e prudenza. Meglio innovare con un po' di ritardo, che rischiare di violare il Vangelo.

_________________
Il Venerabile Beda

Immagine

Noi, siamo sfacciatamente di parte, e ce ne vantiamo!

****

Immagine

Angolo di cielo, link ufficiale: http://angolodicielo.altervista.org


Top
 Profilo  
Condividi su Google+Condividi su TwitterCondividi su FacebookCondividi su FriendFeedCondividi su SonicoCondividi su DiggCondividi su RedditCondividi su DeliciousCondividi su TumblrCondividi su MySpace  Segnala argomento
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  

cron






Aggiungi http://angolodicielo.altervista.org ai Preferiti!

Blue Glow 2 designed by ChaosBurnt
Powered by phpBB ® Forum Software phpBB 3.0.12 © phpBB Group
phpBB SEO
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010
Modificato e aggiornato da Angolo di cielo • 2013

Accedi alla Versione Mobile
Pagina generata in: 0.028 secondi