Angolo di cielo

registrato su http://www.siticattolici.it/ e su http://www.noicattolici.it/







Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]

Accedi alla Versione Mobile

Regole del forum


Primo: Nessuno deve dire alcunché contro Dio.
Secondo: Si può criticare la Chiesa, se non conforme a Cristo, ma non la Scrittura che è Cristo.
Terzo: Non si offendono gli utenti del Forum.
Quarto: Ognuno è libero di esprimere le proprie idee nel rispetto degli altri.
Quinto: Tenere presente che per alcune persone Dio non è un optional.
Sesto: L'Amministratore agisce con autorevolezza.
Settimo: "Non condivido le tue idee, ma morirei perché tu le possa esprimere".
Ottavo: Non si fanno questioni personali, per le diverse idee espresse.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 30 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: La fine del mondo: la Parusìa
MessaggioInviato: martedì 11 gennaio 2011, 19:36 
Non connesso
Moderatore
Moderatore
Avatar utente

Iscritto: lunedì 6 ottobre 2008, 15:59
Messaggi: 4127
Sito web: Visita
Non sei la prima persona a porre in essere questa obiezione. Con la differenza che tu lo hai fatto con rispetto ed educazione. Quindi rispondo volentieri. Un’altra persona, ha obiettato con arroganza e senza rispetto, ed è stata allontanata. Senza contare che a differenza tua, sosteneva la Parusia intermedia. Ma andava bene come espressione d’opinione. Quello che non andava bene, è l’insulto. E non è certo il tuo caso. Siamo con ben altra tipologia di persona.


Come tu stesso hai accennato, è un orientamento esegetico che parte dalla Patristica (in particolare, da sant’Agostino), ritenere che l’anticristo (escatologico), sarà un uomo in carne ed ossa. In particolare, è proprio sant’Agostino a stabilire che la Scrittura, deve essere interpretata in senso dichiarativo, se non vi sono motivazioni valide per fare altrimenti. Premesso questo, tutti i Padri, praticamente all’unanimità, concordano sul fatto che l’anticristo escatologico, sarà una persona in carne ed ossa, che precede il ritorno di Cristo. Anche santi che hanno avuto rivelazioni private sull’argomento, confermano l’esegesi dei Padri. Ora, non possiamo mettere in discussione l’esegesi dei Padri, praticamente, unanime. Salvo qualche distinguo. Per cui non posso che confermare quanto fin qui affermato.
Tuttavia…
Come pura ipotesi “di scuola”, di studio…
Supponiamo (con tutto il rispetto dovuto, e con tutta l’umiltà), che i Padri… “abbiano preso un granchio”, o meglio, che non avessero elementi sufficienti per porre in essere alcune valutazioni. È una tesi, che vige in alcuni ambienti protestanti. E trova in termini di ipotesi interpretative, minoritari riscontri in alcuni esegeti cattolici. Ovvero la tesi, dell’anticristo, inteso come l’uomo moderno, l’uomo contemporaneo. L’uomo contemporaneo, prende il potere su tutto, e non potrà essere distrutto da nessuno, se non da Cristo stesso. Se questa tesi fosse vera, in teoria, il prossimo a venire, potrebbe essere Cristo. Il fatto però, è che ai fini della c.d. Parusia intermedia, non cambierebbe proprio nulla. Perché? Perché quando Cristo tornerà, anche ammesso e non concesso che l’anticristo sia un simbolo, “si spegne tutto”, finisce tutto, “si fermano gli interruttori”. La questione principale, è sempre quella: non credere a nessuno che si spaccia per Cristo, se continua il tempo e lo spazio. Solo se contestualmente tutto finisce, con cieli nuovi e terra nuova, e tutti i morti risorgono, è il vero Cristo. Non so se sono riuscito a spiegarmi. I Padri, hanno marcato l’accento sulla questione anticristo escatologico, anche per evitare che qualcuno credesse a uno che si spaccia per Cristo, facendo “grandi segni e prodigi menzogneri, per ingannare se fosse possibile anche gli eletti”.
La cosa importante è questa: non credere a nessuno che si spaccia per Cristo, se il mondo continua. Il ritorno di Cristo, coinciderà con la fine di questa dimensione, e l’inizio di una nuova dimensione. Non si tratta di cambiare pagina, o capitolo. Si tratta di cambiare proprio libro!!!! Non so se sono riuscito a spiegarmi. Chiarito questo, in linea teorica, tutto è possibile. Ecco perché il Vangelo ci invita ad essere sempre pronti. La cosa importante, non è se prima viene l’anticristo escatologico, ma non credere a nessuno che si spacci per Cristo, nonostante eventuali grandi miracoli.

Chiarita questa ipotesi, da cattolici, il Magistero della Chiesa attuale, conferma l’orientamento dei Padri: prima viene l’anticristo escatologico, inteso come uomo in carne ed ossa. Non mi risultano posizioni che mettano in discussione questo orientamento. Peraltro, chi avrebbe il coraggio di andare “contro” i Padri??? Io no. Al contrario. Nel noto passo di san Paolo, nella precedente edizione della CEI, era espresso questo dubbio. Nella nuova traduzione CEI, questo dubbio è stato tolto. Quindi semmai, sembra rafforzata la convinzione. Riporto il brano della nuova traduzione CEI:


Cita:
Riguardo alla venuta del Signore nostro Gesù Cristo, e al nostro radunarci con Lui, vi preghiamo, fratelli, di non lasciarvi troppo presto confondere la mente e allarmare né da ispirazioni né da discorsi, né da qualche lettera fatta passare come nostra, quasi che il Giorno del Signore, sia già presente.
Nessuno vi inganni in alcun modo!
Prima verrà l’apostasia e si rivelerà l’uomo dell’iniquità, il figlio della perdizione, l’avversario, colui che s’innalza sopra ogni essere chiamato e adorato come Dio, fino a insediarsi nel Tempio di Dio, pretendendo di essere Dio.
Non ricordate che, quando ancora ero tra voi, io vi dicevo queste cose? E ora voi sapete che cosa lo trattiene perché non si manifesti se non nel suo tempo. Il mistero dell’iniquità è già in atto, ma è necessario che sia tolto di mezzo colui che finora lo trattiene. Allora l’empio sarà rivelato e il Signore Gesù lo distruggerà col soffio della sua bocca, e lo annienterà con lo splendore della Sua venuta. La venuta dell’empio, avverrà nella potenza di satana, con ogni specie di miracoli, e segni e prodigi menzogneri, e con tutte le seduzioni dell’iniquità, a danno di quelli che vanno in rovina perché non accolsero l’Amore della Verità per essere salvati. Dio perciò manda loro una forza di seduzione, perché essi credano alla menzogna e siano condannati tutti quelli che, invece di credere alla Verità, si sono compiaciuti nell’iniquità.
2 Tessalonicesi 2,1-12



Notare come Paolo, in perfetto accordo con il Vangelo, invita a non farsi ingannare. La questione, alla fine, non è se l’anticristo è un uomo in carne ed ossa. Ma un’altra. C’è la Verità: Dio Padre, ha creato il mondo; Suo Figlio, si è fatto uomo (rimanendo Dio), è morto ed è risorto. Ci è stata indicata la strada, attraverso la Rivelazione (in senso lato). Dobbiamo cercare di seguirla. Punto. Chi non crede a questa verità che è la Verità dell’esistenza, sarà ingannato. Viene già ora ingannato. In questo ti do piena ragione. Del resto è san Paolo a dire che il mistero dell’iniquità è già in atto (ai suoi tempi… figurarsi oggi!!). Ma dal tenore testuale, l’inganno attuale a cui alcuni (molti?) abboccano, sembrerebbe essere un riflesso dell’inganno seducente (capace di condurre, coinvolgere molti), che verosimilmente si prepara (o che gradualmente avanza). È tutta questione “di cuore”. Se nel nostro cuore, abbiamo la Verità del Vangelo, non c’è spazio per far entrare altre cose. Non ci sarà spazio per le frottole. Se nel nostro cuore non c’è la Verità del Vangelo, ma c’è una verità che si avvicina al Vangelo, potremmo anche evitare l’inganno (forse… per grazia e Misericordia di Dio). Se invece abbiamo il vuoto, o falsità: materialismo, relativismo, edonismo, egoismo, ecc., allora la Menzogna ci ingannerà, e scambieremo la Menzogna per la Verità, scambieremo l’anticristo per Cristo. Questa è la pappa. Notare come Paolo, condanni chi si compiace dell’iniquità. Quindi si tratta di qualcosa che va oltre le umane debolezze. È un compiacimento del male, dell’ingiustizia. Non è un dire: “Scusa Signore, sono peccatore… non ce la faccio, abbi pietà”… ma è un: “Faccio quello che mi pare”… che è diverso. È appunto un mettersi al posto di Dio, con arroganza e saccenza.


Quindi, andiamo all’essenziale: non crediamo a nessuno che si spaccia per Cristo. Mai. Quando verrà il vero Cristo, sarà un’altra dimensione. Solo questo è essenziale. E ovviamente, la conversione, il pentirsi dei peccati, il cercare di essere persone migliori, il cercare di aiutare il prossimo. Preghiera e penitenza. Sacramenti, Messa. Essere uniti a Cristo, nel modo più assoluto.

_________________
Il Venerabile Beda

Immagine

Noi, siamo sfacciatamente di parte, e ce ne vantiamo!

****

Immagine

Angolo di cielo, link ufficiale: http://angolodicielo.altervista.org


Top
 Profilo  
Condividi su Google+Condividi su TwitterCondividi su FacebookCondividi su FriendFeedCondividi su SonicoCondividi su DiggCondividi su RedditCondividi su DeliciousCondividi su TumblrCondividi su MySpace  Segnala argomento
 

 Oggetto del messaggio: La fine del mondo: la Parusìa
MessaggioInviato: mercoledì 12 gennaio 2011, 17:48 
Non connesso
Professionista del Forum
Professionista del Forum

Iscritto: martedì 11 gennaio 2011, 18:01
Messaggi: 290
Grazie per la risposta. Quindi, poiché con il ritorno di Cristo finisce tutto, non c'è possibilità di errore in ogni caso. Bellissima l'immagine del cuore...
A questo punto volevo chiederti: le altre religioni, l'Islam, l'Ebraismo, gli atei, che ruolo avranno? Non sono anche quelle religioni rivelate? Ho letto da qualche parte, che qualcuno considera l'Islam l'anticristo (non credo fossero cattolici). Con queste persecuzioni la cosa fa pensare.


Top
 Profilo  
Condividi su Google+Condividi su TwitterCondividi su FacebookCondividi su FriendFeedCondividi su SonicoCondividi su DiggCondividi su RedditCondividi su DeliciousCondividi su TumblrCondividi su MySpace  Segnala argomento
 

 Oggetto del messaggio: La fine del mondo: la Parusìa
MessaggioInviato: mercoledì 12 gennaio 2011, 19:46 
Non connesso
Moderatore
Moderatore
Avatar utente

Iscritto: lunedì 6 ottobre 2008, 15:59
Messaggi: 4127
Sito web: Visita
Bella questione.
Cerco di sintetizzare e al tempo stesso di essere chiaro.
Escludendo l'anticristo escatologico, i vari anticristi della Storia, sono stati o persone in carne ed ossa (Nerone, Hitler) oppure movimenti politici e culturali (una certa corrente dell'Illuminismo, Materialismo, Marxismo) ecc.
Anticristo, è chi combatte contro Cristo, contro il Cristianesimo, contro i cristiani. Pertanto, i terroristi islamici, sono anticristo. È evidente. Ma porre in essere l'equazione Islam = anticristo, sarebbe sbagliato e ingiusto. Se non altro, perché non tutti i musulmani sono terroristi. Probabilmente, la maggioranza è per bene. Il Concilio Vaticano II, ci invita a seguire un atteggiamento "fraterno", nei confronti dei musulmani (ovviamente, esclusi i terroristi, i violenti, i delinquenti che uccidono, bestemmiando, perché uccidono in nome di Dio), sulla falsa riga di san Francesco, che ebbe un dialogo rispettoso (reciprocamente rispettoso), con il sultano. Certamente, san Francesco, non nascose il crocifisso, per non offendere il sultano, tanto per essere chiari!!! Né evitò di fare il presepe, anzi... lo ideò lui!!!!) Quindi, questa equazione, è sbagliata. Al tempo stesso non si può negare, che chiunque vada di fatto contro Cristo, contro il Cristianesimo, contro i cristiani, acquisisce (in quel momento) il ruolo di anticristo. Non credo che dire questo sia offensivo. È pacifico. È un dato di fatto.
Quanto al Giudaismo, il discorso è più delicato. Perché è possibile che l'anticristo (escatologico), si presenti come il Messia da loro atteso. E qui salvo dire prudenza, buon senso e piedi di piombo, non saprei che altro dirti. È possibile che in una prima fase lo sostengano (in buona fede), poi, quando si sarà rivelato, inizierà a perseguitare sia loro che i cristiani, e forse a quel punto, potrebbe realizzarsi la profezia di Paolo (la conversione di Israele al Cristianesimo). È una pura ipotesi.
L'ateismo, non è una religione. Credo ci sia un ateismo onesto e un ateismo disonesto. Chi si sforza di vivere onestamente, in base alla legge positiva naturale, in retta coscienza, anche senza fede, si salva. È noto. La questione è... senza fede, riuscirà a dire no al male??? (No all'avidità, no all'egoismo, no all'edonismo, no all'omosessualità, no all'ingiustizia, no alla pedofilia, no all'adulterio ecc.) Se ci riesce, buon per lui. Ma faticano i credenti a mantenersi sulla retta via, a causa di un falso progresso e di una falsa "evoluzione"... figurarsi chi è senza fede! Salvo eccezioni, è più facile che diventino schiavi delle mode, dei costumi, delle tendenze, in base al "principio": «Dio non esiste, sono io il padrone della mia vita, faccio quello che mi pare». O peggio: «Decido io cosa è giusto».
Alcuni cristiani del resto, cadono nella trappola: «Dio è Amore, e capisce tutto». Giustificando così divorzio, tradimento, adulterio...
Fino a "compiacersi nell'iniquità" (in questo caso, l'adulterio).
Su questa scia, tra qualche anno, si giustificheranno altre cose.
E tra qualche decennio altre cose ancora. Bisogna proprio essere ciechi o voler chiudere gli occhi, per non rilevare questi fatti.

_________________
Il Venerabile Beda

Immagine

Noi, siamo sfacciatamente di parte, e ce ne vantiamo!

****

Immagine

Angolo di cielo, link ufficiale: http://angolodicielo.altervista.org


Top
 Profilo  
Condividi su Google+Condividi su TwitterCondividi su FacebookCondividi su FriendFeedCondividi su SonicoCondividi su DiggCondividi su RedditCondividi su DeliciousCondividi su TumblrCondividi su MySpace  Segnala argomento
 

 Oggetto del messaggio: La fine del mondo: la Parusìa
MessaggioInviato: domenica 23 gennaio 2011, 18:33 
Non connesso
Professionista del Forum
Professionista del Forum

Iscritto: martedì 11 gennaio 2011, 18:01
Messaggi: 290
Beda, io sono d'accordo con quanto affermi. Ma non pensi che le attuali vicende italiane, siano un "segno dei tempi"?


Top
 Profilo  
Condividi su Google+Condividi su TwitterCondividi su FacebookCondividi su FriendFeedCondividi su SonicoCondividi su DiggCondividi su RedditCondividi su DeliciousCondividi su TumblrCondividi su MySpace  Segnala argomento
 

 Oggetto del messaggio: La fine del mondo: la Parusìa
MessaggioInviato: domenica 23 gennaio 2011, 20:21 
Non connesso
Moderatore
Moderatore
Avatar utente

Iscritto: lunedì 6 ottobre 2008, 15:59
Messaggi: 4127
Sito web: Visita
Se venissero provate, sì. Un segno, come tanti altri.
Ma prima, devono essere provate sul piano oggettivo.
Le false accuse, esistono.
Ed esistono anche gli errori in buona fede.

_________________
Il Venerabile Beda

Immagine

Noi, siamo sfacciatamente di parte, e ce ne vantiamo!

****

Immagine

Angolo di cielo, link ufficiale: http://angolodicielo.altervista.org


Top
 Profilo  
Condividi su Google+Condividi su TwitterCondividi su FacebookCondividi su FriendFeedCondividi su SonicoCondividi su DiggCondividi su RedditCondividi su DeliciousCondividi su TumblrCondividi su MySpace  Segnala argomento
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 30 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  

cron






Aggiungi http://angolodicielo.altervista.org ai Preferiti!

Blue Glow 2 designed by ChaosBurnt
Powered by phpBB ® Forum Software phpBB 3.0.12 © phpBB Group
phpBB SEO
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010
Modificato e aggiornato da Angolo di cielo • 2013

Accedi alla Versione Mobile
Versione Pasquale
Pagina generata in: 0.042 secondi