Angolo di cielo

registrato su http://www.siticattolici.it/ e su http://www.noicattolici.it/







Tutti gli orari sono UTC + 1 ora

Accedi alla Versione Mobile

Regole del forum


Primo: Nessuno deve dire alcunché contro Dio.
Secondo: Si può criticare la Chiesa, se non conforme a Cristo, ma non la Scrittura che è Cristo.
Terzo: Non si offendono gli utenti del Forum.
Quarto: Ognuno è libero di esprimere le proprie idee nel rispetto degli altri.
Quinto: Tenere presente che per alcune persone Dio non è un optional.
Sesto: L'Amministratore agisce con autorevolezza.
Settimo: "Non condivido le tue idee, ma morirei perché tu le possa esprimere".
Ottavo: Non si fanno questioni personali, per le diverse idee espresse.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 42 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 5, 6, 7, 8, 9
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Confessione: dubbi e domande
MessaggioInviato: domenica 15 marzo 2009, 8:56 
Non connesso
Fan del Forum
Fan del Forum

Iscritto: martedì 9 dicembre 2008, 18:26
Messaggi: 316
I sacramenti sono segni della presenza di Dio che agisce in noi. Ed il sacramento della confessione è il segno della misericordia di Dio senza limiti. Dio, infatti, che ci ha reso figli con il battesimo, resta fedele al suo amore anche quando pecchiamo e ci separiamo da Lui.
Il potere di rimettere i peccati conferito agli apostoli ed ai loro successori, pur essendo concesso ad uomini, presuppone ed include l'azione salvifica dello Spirito Santo, ecco perché non è il sacerdote che perdona ma Dio stesso. Divenendo luce dei cuori, cioè della coscienza dell'uomo peccatore, lo Spirito Santo gli fa aprire gli occhi e gli fa conoscere il male commesso e nello stesso tempo lo orienta verso il bene.
Ovviamente tutto questo richiede, da un lato, la volontà del peccatore di essere perdonato e la sua disponibilità di accogliere la grazia salvifica e la misericordia di Dio, dall'altro, l'umiltà del confessore di vedere davanti a se il figlio pentito che torna alla casa del padre e la forza dello stesso di riuscire sempre a condannare il gesto e mai la persona che, invece, deve accogliere con amore e gioia.

Scriveva l'amico don Sasa a proposito della confessione:
<<..... guardo gli uomini che si inginocchiano vicino a me per aprirmi la loro anima. Volti di sconosciuti che si accostano sicuri, che si illuminano non appena si sentono esplorati; non mi conoscono e mi considerano fedele come un padre........ ..... E narrano, perché mi pensano forte; tremano d'emozione, mi credono immune; nelle mie mani depongono lotte e tristezze non indovinate da alcuno da coloro fra coloro da cui sono riamati, e hanno l'aria di credermi incolume. Parlo ed essi ascoltano risollevati, rinfrancati da un proposito..... ...... Se io fossi un santo forse non saprei tante cose di Dio: soprattutto non conoscerei la sua misericordia e la gioia di essere perdonato... e forse non saprei farla gustare ai miei fratelli peccatori... se io non avessi conosciuto il peccato non sarei un buon prete!>>

Tutti i preti si considerano peccatori? Penso proprio di no. Ecco perché tanti di loro non sono buoni confessori poiché illusi di essere immuni dal peccato.


Top
 Profilo  
Condividi su Google+Condividi su TwitterCondividi su FacebookCondividi su FriendFeedCondividi su SonicoCondividi su DiggCondividi su RedditCondividi su DeliciousCondividi su TumblrCondividi su MySpace  Segnala argomento
 

 Oggetto del messaggio: Confessione: dubbi e domande
MessaggioInviato: martedì 17 marzo 2009, 5:41 
Non connesso
Veterano del Forum
Veterano del Forum
Avatar utente

Iscritto: venerdì 3 ottobre 2008, 19:22
Messaggi: 1667
Località: Cavour
Sito web: Visita
Cara Fanny in merito alla tua domanda mi viene da risponderti con un aneddoto che mi ha sempre dato gioia:

La Confessione è gioia è "liberazione" è "respiro dell'anima" è "l'abbraccio del Padre che mi ama" è "festa !!!"
Il riuscire a viverla così ... dipende da tante cose e ... sopratutto da tante ... persone.
Naturalmente dal Confessore .... che deve "giudicare" ma per ... assolvere non per condannare: meglio ... condannare il peccato ma "portare" il peccatore nella condizione di poterlo assolvere
Nel libro "Le chiavi del Regno" (di Cronin mi pare )si parla di un prete P.Ghisolm - che mi piace un sacco !!!! - che in Cina venne chiamato al capezzale di un marinaio moribondo ... tentò di fargli confessare qualche ... peccato ma quello ... no, non ne aveva (così diceva !) E il prete gli domandò "Ma ... tutte le donnine dei porti del mondo ....." e lui:"ah ma quello mica era peccato ... era bello anzi!" ...Il prete "dovresti pentirti di questo se vuoi che ti assolva" e Lui:" No no non mi pento affatto ... peccato che non posso rifarlo ..." Il prete pensò un attimo mentre guardava il lenzuolo che andava su e giù sempre più affannosamente ... poi disse: " Senti ... riesci almeno a pentirti del fatto che ... non ti penti ?" Il marinaio .. pensò anche lui poi disse .... e...mbè... questo magari - facendo un piccolo sforzo - ci riesco ....Il prete sorrise e .... "su questo pentimento del fatto che non ti penti .... Io Ti assolvo dai tuoi peccati nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito santo " e - conclude l'autore - il marinaio volò verso il paradiso
Poi dal Penitente cioè da chi si confessa:
Vedete ,... per capire bene come "funziona" bisogna essere ... innamorati. Tra due persone che si amano .... anche ... un minuto di ritardo all'appuntamento ... anche una piccolissima dimenticanza è ... qualcosa che ...fa soffrire ... perché si ama. Tra due estranei invece ....amche mezzora di ritardo è ... niente tanto che me ne impoorta ....
Ecco, nel mio rapporto con Dio ... se ne sono innamorato, anche una bugia è qualcosa che mi dispiace ....Se invece il mio rapporto con Lui è talmente freddo che ... quasi quasi non me ne importa niente del suo amore e del mio ....il peccato non esiste ... alla fine trovare dove "appiccicare l'assoluzione ......" è un'impresa.

Proviamo a rifletterci quante confessioni abbiamo veramente vissuto come innamorati? [k-occhioni] Forse da innamorati non lo senti come un obbligo e quindi viene più spontaneo il rapporto. Io ad es. detesto la parola obbligatorio. In un rapporto non c'è niente di obbligatorio ma tutto di dono. Che ne dite??

_________________
Angolo di cielo, link ufficiale: http://angolodicielo.altervista.org


Top
 Profilo  
Condividi su Google+Condividi su TwitterCondividi su FacebookCondividi su FriendFeedCondividi su SonicoCondividi su DiggCondividi su RedditCondividi su DeliciousCondividi su TumblrCondividi su MySpace  Segnala argomento
 

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 42 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 5, 6, 7, 8, 9

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


   Argomenti correlati   Risposte   Visite    Ultimo messaggio 
Non ci sono nuovi messaggi in questo argomento. Dubbi su papa Francesco

[ Vai alla pagina: 1, 2 ]

in Cristiani - Cattolici

5

1421

sabato 26 ottobre 2013, 23:05

Lemlem Vedi ultimo messaggio



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  

cron






Aggiungi http://angolodicielo.altervista.org ai Preferiti!

Blue Glow 2 designed by ChaosBurnt
Powered by phpBB ® Forum Software phpBB 3.0.12 © phpBB Group
phpBB SEO
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010
Modificato e aggiornato da Angolo di cielo • 2013

Accedi alla Versione Mobile
Pagina generata in: 0.028 secondi